mirko lamberti - pagella

016 – Scrivere a tema

In questa carrellata di post che sto scrivendo quotidianamente (per partire da Zero e arrivare a Eroe – come pianificato hehe) oggi è la volta di scrivere su suggerimento. Ottima cosa per chi si dovesse trovare impantanato tra le vie della propria mente e non sappia quale argomento condividere con i propri lettori.

L’argomento di oggi è scuola …

Blog 101 da Zero a Eroe – Giorno 16

Ogni giorno un post e ogni giorno un argomento da affrontare o una cosa nuova da imparare per poter imparare a “bloggare” e muoversi con disinvoltura nella blogosfera. Sto traducendo il progetto in italiano e, allo stesso tempo, scrivendo per vedere che impressione fa. Debbo dire che è divertente, non è una di quelle cose blande e supersemplici che dopo un po’ di rompono lo scatole.

Ecco la consegna di oggi: pubblica un post in base al tuo punto di vista, prendendo spunto dal “Daily Prompt”.

Il Daily Prompt (in inglese) è un’area del sito web The Daily Post che ogni giorno ospita un tema differente per ispirare scrittori o appassionati. In questo modo non può esserci giorno che tu non sappia cosa scrivere. Prendilo come un respiro costante del web che, in casi estremi tipo blocco dello scrittore, può “salvarti”. Partito il 23 ottobre 2012, è possibile trovare un tema al giorno fino ad oggi e chissà per quanto tempo ancora hehe.

Il prompt di oggi, 19 giungno 2015 è:

Quindici Crediti: Se sei a scuola, ti piace la tua classe? Se hai terminato le scuole: cosa ti manca – o sei contento che quei giorni siano terminati?

Blog 101 da Zero a Eroe – Giorno 16 – Svolgimento

L’impostazione della scuola è sicuramente una impostazione collaudata e funzionante da molto tempo. Insomma, per quanto si sia cercato di innovarla ancora non ci si è riusciti così tanto, a riprova del fatto che è una macchina ben resistente agli attacchi esterni. C’è da valutare se sia ancora una macchina valida a camminare sulle strade moderne oppure debba essere completamente rottamata in vista di un altro modello di sviluppo umano.

Il tema di oggi cade proprio a pennello visto che la scuola l’ho fatta, terminata e ci sono ripassato dentro come professore e formatore da un lato e dall’altro del mondo. Non mi pongo certo come profondo conoscitore della materia, considerato che il mio punto di vista non è quello di tutti e per quanto possa aver studiato ancora ne manca per comprendere gli ingranaggi di questo fantastico trattore.

Personalmente sono contento di aver terminato la scuola – terminata in senso fisico, ovvero aver terminato l’imposizione di dover studiare – mentre conservo gelosamente dentro di me quello che è secondo me il senso intrinseco della scuola stessa, ossia la possibilità di elevazione culturale e pratica attraverso il contatto con altre persone che ne sanno molto più di me. Ecco che non disdegno corsi e lezioni che posso trovare tranquillamente su YouTube o in siti web specializzati come Coursera, ecc.

Sia chiaro, la scuola che ho fatto io è stata sicuramente interessante e anche quella dove ho insegnato, nulla da dire, anzi, tanto di cappello. Quello che non mi ha mai emozionato è proprio il sistema in sè: devi dimostrare di sapere qualcosa che ti è stato spiegato per poter passare di livello, non è richiesto che tu abbia altre abilità se non quelle necessarie a eseguire le cose date. Come accennato dal buon Igor Sibaldi nelle sue conferenze, la scuola prende la base dal modello prussiano, dove gli studenti sono istruiti come soldati ad eseguire degli ordini, non a pensare.

Cosa ne penso? E’ un passaggio tanto delicato quanto obbligato. Personalmente lo curerei di più, a partire dal sostegno ai professori (economico ma anche in termini di formazione e informazione). Se proprio non si riesce a passare tutte le informazioni necessarie per poter affrontare la vita, almeno cerca di trasmettere e instillare in maniera quanto più profonda la curiosità per poter scoprire e studiare cose nuove.

Dimmi cosa ne pensi tu nei commenti qua sotto oppure nei commenti del post dove trovi pubblicato questo articolo (Facebook, twitter, ecc.)

Un forte abbraccio e … al prossimo post.

 

Pingback: Fifteen Credits

Annunci

Un pensiero riguardo “016 – Scrivere a tema”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...